Storia

La Casa di Riposo Giovanna e Filippo Ratti

sorse per volontà del Benefattore Alessandro Ratti che con
testamento pubblico del 01 febbraio 1941 e con testamento olografo del 10 novembre 1941 dispose la Fondazione della Casa di Riposo. Successivamente, con decreto del Presidente della Repubblica del 09 dicembre 1950, la Casa di Riposo venne eretta come Ente morale e denominata Ricovero per vecchi Giovanna e Filippo Ratti, il Ricovero aveva sede presso Villa Ratti, la Villa Rossa sul Sempione in riva al lago Maggiore.

Negli anni 60 con l’intervento della famiglia Bonomi la sede venne spostata in via Dosi dove è ora e venne costruito un nuovo edifico più funzionale del precedente, anche se non più in riva al lago. In quegli anni la Casa di Riposo venne gestita come IPAB (Istituto di Pubblica Assistenza e Beneficenza) dal Comune di Meina.

Con provvedimento del 20 novembre 1997 la Giunta Regionale del Piemonte ha riconosciuto alla Fondazione la personalità giuridica di diritto privato con cambio di denominazione ed approvazione del nuovo statuto. Da allora, la Casa di Riposo venne gestita da un Consiglio di Amministrazione composto da n. 9 persone e si passò alla gestione INPS.

Si incominciò inoltre a pensare ad un progetto per l’ampliamento e la ristrutturazione della Casa e nel luglio del 2007 si posò la prima pietra, la casa sarebbe stata costruita secondo i più moderni criteri gestionali per l’assistenza degli anziani auto e non auto, finalmente il progetto venne completato, con grandi sforzi economici e nel luglio del 2013 avvenne l’inaugurazione.

Il centro di interesse delle nostre attività quotidiane è l’Ospite. L’obiettivo costante del nostro lavoro, da perseguire ogni giorno, è fare trascorrere agli anziani “una vecchiaia serena” in un’accogliente e soleggiata residenza, migliorando lo stato di salute psicologico e fisico dell’Ospite, salvaguardandone in modo premuroso la dignità ed il vissuto personale e familiare. Il rispetto e la valorizzazione della persona, Ospite ed Operatore, sono i due valori guida del nostro agire. Tutti coloro che prestano il loro lavoro quotidiano nella cura e nell’assistenza dell’Ospite sono la risorsa più importante del nostro centro.

Per questo investiamo nella loro crescita personale e professionale e creiamo le condizioni favorevoli ed il clima aziendale perché ogni operatore possa esprimere con umanità, dedizione e competenza il meglio di se stesso. La Casa di Riposo è giuridicamente una Fondazione gestita da un Consiglio di Amministrazione composto, come da ultimo Statuto, da sette membri, due nominati dalla Parrocchia, due eletti dal Comitato Benefattori, due nominati dall’Amministrazione Comunale ed il Parroco di Meina, membro di diritto. Durante la prima seduta di Consiglio viene nominato il Presidente e il Vicepresidente. Nel maggio del 2011, venne nominato Presidente onorario Monsignor Giovanni Battista Moretti, Arcivescovo, già Nunzio Apostolico della Santa Sede in Belgio, meinese di nascita . Accanto al Consiglio d’Amministrazione opera il Comitato Benefattori, che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’assistenza delle persone anziane, promuove iniziative per la raccolta fondi a favore della Casa.

L’attività ludica e ricreativa è supportata da una psicologa e dai volontari AVO. Attualmente sono presenti nella struttura 50 ospiti e vi lavorano n. 26 dipendenti, oltre che un Direttore di Struttura, un Direttore Sanitario e un Fisioterapista. Lo scopo della struttura è quello di diventare un punto di riferimento certo nel territorio, per la soddisfazione di un’ampia e qualificata gamma di bisogni alle persone anziane, attraverso un’attiva integrazione con le Comunità locali e con l’ASL del distretto di appartenenza.